Letture spettacolo

Letture teatrali
Il teatro ovunque

Leggere ed emozionare anche senza grandi soluzioni sceniche è una sfida. Una sfida per me come attrice che non ho altro strumento che la mia voce, il mio corpo e le mie capacità comunicative. Ed è una sfida culturale: portare il teatro e la letteratura fuori dal teatro.

Adulti:

Racconto di natale (Racconto Classico – due attori) (adatta anche a medie e superiori)
Questa lettura è una commedia “raccontata” (Dickens stesso ne fece diverse letture pubbliche). Quasi una fiaba per adulti ma affascinante anche per un pubblico più̀ giovane e come tutte le fiabe ha la sua morale e il suo lieto fine: l’avaro, perfido Scrooge si riscatta e ritrova il piacere della generosità̀.

Il giardino di rose di Re Laurino (Storia Popolare – un attore)
Questa è la storia del Rosengarten, in italiano Catinaccio, una delle più affascinanti montagne delle Dolomiti, una delle più antiche storie della mitologia dei nostri monti che spiega perché le Dolomiti al tramonto si tingono di quel colore rossastro che le rende patrimonio dell’umanità. Questa è la leggenda di una terra che da sempre è stata un insieme di culture: la regione dolomitica.

Orgoglio e pregiudizio (Classico della letteratura – due attori)
Questa lettura è la riduzione di un grande classico della letteratura britannica, scritto da Jane Austen all’inizio del diciannovesimo secolo. La protagonista del romanzo è una donna intelligente e non allineata alle aspettative del suo tempo che, con caparbietà, riuscirà ad essere felice e a costruirsi il futuro che desidera.

Don Chisciotte della Mancia (Classico della letteratura – due attori) (adatta anche a medie e superiori)
“Le prodezze dell’ingegnoso cavaliere Don Chisciotte della Mancia” di Miguel de Cervantes scritto nel 1600 è una storia che non muore mai, che ha attraversato i tempi per regalarci tutta la poesia di due personaggi tragicomici: due clown d’altri tempi.

Piccoli grandi crimini a due (Classico della letteratura – due attori)
Quando la vita di coppia diventa un thriller… Lettura-spettacolo che narra le vicende, i contrasti, le follie dei due termini umani che formano la coppia.

Siamo noi, donne (Testi contemporanei – attrice e musicista)
Questa è una lettura-spettacolo che da voce a diversi personaggi femminili e alle loro vicende con le amiche, con gli uomini e da sole davanti allo specchio. Lo sguardo con cui sono interpretati i personaggi è ironico e pieno d’amore e i testi sono leggeri e intelligenti, di autrici che hanno saputo rappresentare la donna in tutte le sue meravigliose sfumature.

Uno, nessuna, centomila (Testi contemporanei – due attori) (adatta anche a medie e superiori)
Parlare di violenza è sempre una “violenza”. Ma è importane parlarne. I testi proposti in questa lettura riguardano violenze perpetrate ai danni di donne e di bambine. Alcune quasi fatichiamo a definirle violenze e le troviamo addirittura comiche; altre ci fanno salire una rabbia che non ha nome. Storie di violenza ma anche grandi storie di coraggio, come quella della prima donna che ha chiesto il divorzio in Palestina o come quella di Malala Yousafzai, premio nobel per la pace: “Nessuna lotta può concludersi vittoriosamente se le donne non vi partecipano a fianco degli uomini.”

Rita e il giudice (Racconto Contemporaneo) (adatta anche a medie e superiori)
“Forse un mondo onesto non esisterà mai, ma chi ci impedisce di sognare forse, se ognuno di noi prova a cambiare forse, ce la faremo”. Rita aveva diciassette anni, capelli castani e una incredibile voglia di vivere. La sua breve vita, fatta di amore, coraggio e senso di giustizia è intessuta in un periodo della storia italiana di lotta alla mafia tra i più intensi degli ultimi decenni.

Favole da grandi (Testi contemporanei – due attori) (adatta anche a medie e superiori)
Questa è una lettura-spettacolo è una serie di brevi storie scritte da Ermanno Bencivenga. Fulminei e illuminanti i racconti di Bencivenga stimolano ragionamenti, spostano lo sguardo, emozionano e commuovono per il loro potare alla luce frammenti di pensieri che spesso solo sfioriamo. Qualche esempio? “Il problema del 4”, che racconta che un bel giorno il 4 si stancò di essere un numero pari e voleva diventare dispari; oppure “Cose da pazzi” il racconto dove le cose si ribellano agli uomini; o “Passa il tempo”, fino all’ultima favola: “La storia senza una fine” che non a caso è nell’ultima pagina … se il titolo è vero la storia forse continuerà, chissà.

Notti in bianco, baci a colazione (di Matteo Bussola, Testo contemporaneo – un attore)
Il respiro di tua figlia che ti dorme addosso sbavandoti la felpa. Le notti passate a lavorare e quelle a vegliare le bambine. Le domande difficili che ti costringono a cercare le parole. Le trecce venute male, le scarpe da allacciare, il solletico, i “lecconi”, i baci a tutte le ore. Sono questi gli istanti di irripetibile normalità che Matteo Bussola cattura con felicità ed esattezza. Nell'”abitudine di restare” si scopre una libertà inattesa, nei gesti della vita di ogni giorno si scopre quanto poetica possa essere la paternità.

Tutti i miei amici sono supereroi di Andrew Kaufman (Testo contemporaneo – attore e musicista)
Come riuscire a farvi vedere da una donna per la quale sembrate diventati improvvisamente invisibili? Tom sta tentando di risolvere questo problemino. La donna che non lo vede più – ormai da sei mesi – è sua moglie. Tom è sfiduciato, si sente un mediocre, soprattutto perché è circondato da esseri piuttosto speciali. Tom ha pochissimo tempo per provare a riconquistarla. Ce la farà, senza superpoteri? Un tributo all’amore, ambientato in un universo di supereroi strampalati, i cui superpoteri diventano categorie per esplorare manie, fissazioni e debolezze dell’uomo moderno.

Bambini e ragazzi:

Barbablù (Storia Popolare) Materne/elementari
Viene racconta la vicenda di tre sorelle che abbagliate dalla possibilità di andare a lavorare per un uomo facoltoso, elegante, distinto vengono catapultate in un’avventura dalla quale faticano ad uscire.

Cenerentola (Storia popolare) Elementari
Che la dolce e buona figliastra fosse costretta a fare da serva nella sua casa questo già lo si sapeva, e che il destino le aveva riservato un posto vicino al principe della sua città, anche questo si sapeva… ma forse non tutti sanno che cosa arrivarono a fare le sorellastre di Cenerentola per farsi entrare la famosa scarpina.

Persefone. La nascita delle stagioni (Mito Classico) Materne/elementari
Perché la natura muore alle porte dell’inverno e rinasce in primavera? Il mito greco di Demetra e Persefone risponde a questa domanda attraverso la storia dell’amore tra una madre e una figlia ed è ambientata quando sulla terra regnava una sola stagione: l’estate.

La magica medicina (Racconto Contemporaneo: R.Dhal) Elementari
È l’esilarante storia di una pozione create da un giovane ragazzino per rendere più buona la sua terribile nonna… o per eliminarla!

Il trattamento ridarelli (Racconto Contemporaneo: R. Doyle) Materne/elementari
Il signor Mack, assaggiatore di biscotti, sta per scontrarsi con un destino ingrato (e puzzolente): è sul punto di sperimentare il trattamento Ridarelli. Ma in che cosa consiste il trattamento Ridarelli? E perché il signor Mack sta per meritarselo?

Il G.G.G (Racconto Classico: R.Dhal) Elementari secondo ciclo/medie
Una notte Sofia vede oltre la finestra dell’orfanotrofio un gigante. La mano enorme dell’essere la strappa via dal letto e la porta nella sua grotta. Lei pensa che sarà mangiata ma il gigante si rivela essere buono e sensibile e insieme a Sofia vivranno una incredibile avventura!

Gli sporcelli (Racconto Classico: R.Dhal)
Elementari I signori Sporcelli sono le persone più ripugnanti sulla faccia della terra: sporchi, brutti ma soprattutto cattivi. La loro occupazione principale è quella di farsi scherzi a vicenda, offendersi, maltrattarsi e maltrattare le creature che gli stanno attorno. Ma verranno puniti per questo!

Medusa. Ma ti sei pettinata coi petardi?! (Mito Classico) Elementari/medie
Che testa arruffata che ha Medusa! Mai nessuno che abbia il coraggio di guardarla. Mai nessuno però che la derida: Medusa sa come far rimanere di pietra le persone, ha uno sguardo terribile.

Ulisse e Polifemo: mare calmo (Mito Classico) Elementari/medie
Ulisse non è un eroe classico: non è forte come Aiace o veloce come Achille, ma è intelligente e ama l’avventura. E così dopo essersi annoiato nell’isola delle ninfe si dirige con i compagni nell’isola del Polifemo: il terribile gigante mangia uomini dall’occhio solo…

Gli Argonauti: stand by me (Mito Classico) Elementari/medie
Una banda di amici parte senza sapere dove andare, solo per il piacere di fare una grande avventura insieme. Ci sono tutti: il bello, il furbo, il pacioccone e la maga!

Il cacciatore di draghi (Racconto Classico: J.R.R.Tolkien) Elementari secondo ciclo/medie
Questa è una storia di coraggio, di un umile abitante delle campagne che si dimostrò più valoroso dei molti cavalieri nella caccia ad un drago.

Say Something